Medici San Mauro in Valle

Medici San Mauro in Valle
Ambulatorio di cure primarie Via Viareggio 73 Cesena
Vai ai contenuti

Menu principale:

CORONAVIRUS
Accedere in ambulatorio solo in casi indispensabili. Nel caso di sospetto di infezione, cioè con febbre e sintomi di tipo influenzale, contatti con persone infette, provenienza da zone con ammalati accertati, contattare prima telefonicamente, o con posta elettronica (se attivo questo servizio), il medico e seguire le istruzioni.

I medici di famiglia non hanno la possibilità di decidere sul fare il tampone contro il coronavirus. Possono solo segnalare al Servizio di Igiene Pubblica, che prende in carico il caso, decidendo le procedure da eseguire.
Possono inoltre attivare l' Unita Speciale di Continuità Assistenziale, per eventuale visita a domicilio.

Numeri telefonici di emergenza:  118  in caso di sintomi gravi (disturbi respiratori, stato di sonnolenza o confusione mentale, pressione arteriosa molto bassa....)
                                               800 033 033 numero verde del Servizio Sanitario regionale  
                                               1500 numero dedicato del Ministero della Salute
vedi i consigli del ministero della salute

Ricette elettroniche
Novità importante! Dal 1 aprile non è più necessario presentare in Farmacia la copia cartacea o il numero della ricetta.
E' sufficiente mostrare la tessera sanitaria.
Funzione particolarmente utile in questo periodo, per non dover passare in ambulatorio.
Resta la possibilità di riceverle per posta elettronica. Le ricette continuano ad arrivare anche sul Fascicolo Sanitario Elettronico
Sono escluse le ricette dei farmaci a pagamento e le ricette "rosse", che devono essere ancora ritirate in ambulatorio.

Consegna farmaci a domicilio per anziani non autosufficienti
Servizio fornito dalla Croce Rossa Italiana, i cui operatori ritireranno anche le ricette presso l'ambulatorio del medico
numero verde  800.065.510

Farmaci a base di colecalciferolo (vitamina D)
Sono cambiate, in senso restrittivo,  le normative che regolano la concessione di questi farmaci a carico del Servizio Sanitario. In molti casi quindi il farmaco dovrà esser acquistato a pagamento, sempre con la ricetta del medico. Alcuni nomi commerciali di questi farmaci: Dibase, Annister, Tredimin, LamparD

Vaccinazione contro il batterio della polmonite (pneumococco)
E' offerta gratuitamente per i nati nel 1954, anche invitati, tramite lettera, dalla ASL a mettersi in contatto col proprio medico per concordare l'esecuzione del vaccino.
Per i nati nel 1953, già vaccinati lo scorso anno, viene consigliato il richiamo, sempre tramite il proprio medico.
La vaccinazione è consigliata anche per chi soffre di patologie croniche (cuore, respiro, reni, diabete..).

Variazioni ticket farmaci, esami, visite
Dal 1°gennaio 2019, nella nostra regione, sono cambiate le fasce di reddito, viene abolito il superticket per farmaci, esami, visite specialistiche e ci sono agevolazioni per le famiglie con 2 o più figli a carico.

Vaccinazione contro l'herpes Zoster
E' offerta gratuitamente al compimento dei 65 anni (nati nel 1954 per il 2019)
L’Herpes Zoster, conosciuto anche come “fuoco di Sant’Antonio”, è una patologia frequente e debilitante, dovuta alla riattivazione del virus della varicella. Dopo la varicella, infatti il virus non viene eliminato ma rimane presente nel sistema nervoso. L’aumentare dell’età o particolari situazioni di stress o di malattia possono causare la riattivazione del virus che si manifesta con la comparsa, in una parte localizzata del corpo, di vescicole accompagnate da dolore, bruciore, prurito. Spesso vi è anche febbre, debolezza, malessere generale e mal di testa.
Dopo la fase acuta della malattia possono comparire complicanze, in alcuni casi anche gravi (ad esempio meningite, cecità); la complicanza più frequente è la nevralgia post erpetica, che comporta un dolore severo e cronico, che può durare per lungo tempo (anche anni) dopo la guarigione delle lesioni cutanee. Si tratta di un dolore invalidante che risponde poco alle terapie disponibili.
Lo strumento più efficace per proteggersi dall’Herpes Zoster è la vaccinazione. Si tratta di un vaccino sicuro ed efficace, somministrato in un’unica dose nella vita con un’iniezione nella parte alta del braccio.
Il vaccino riduce il rischio di avere l’Herpes Zoster, ma soprattutto protegge dalla nevralgia post erpetica. Gli effetti collaterali sono rari e di breve durata, in genere si tratta di reazioni locali nel punto della iniezione. Si può effettuare la vaccinazione presso il Servizio di Igiene Pubblica, in piazza Anna Magnani 146/B, prenotandosi al CUP (sportelli o tel. 800 002255)

Fascicolo Sanitario Elettronico
Raccoglie tutti i dati inviati per via telematica (referti degli esami di laboratorio, ricette, impegnative...). Questi dati sono visibili nel proprio computer (tablet, smartphone). Possono essere stampati, come ad esempio le ricette elettroniche e le impegnative, evitando di andare a ritirarle in ambulatorio, oppure i referti degli esami, evitando di andare a ritirarli ai punti CUP. Per attivare il Fascicolo sanitario elettronico, bisogna collegarsi al sito della ASL
e seguire le istruzioni. Ci si dovrà recare ad uno dei punti CUP autorizzati (piazza Anna Magnani, Montefiore).
Attivato il servizio, comunicarlo al medico, che non metterà più ricette e impegnative nel contenitore in sala di attesa.

Prevenzione del tumore del collo dell'utero
Per le donne di età 30-64 anni, il Pap test verrà sostituito dal test HPV (test per la ricerca dei ceppi pericolosi del virus del papilloma umano), molto più sensibile. Le donne risultate negative saranno invitate a ripetere il test dopo 5 anni. Con lo stesso prelievo si ottiene anche un campione di cellule per effettuare il Pap test, nel caso di positività del test HPV. Le donne con entrambe i test postivi saranno inviate ad eseguire la colposcopia. Le donne positive al test HPV, ma con Pap test negativo verranno invitate a ripetere il test HPv diopo un anno, perchè è dismostrato che la maggior parte delle lesioni guarisce spontaneamente entro 1-2 anni.
Le donne tra i 25 e i 29 anni continueranno ad essere invitate ad eseguire il Pap test ogni 3 anni.
Sportello CUP    presso l'ambulatorio
E' attivo presso l'ambulatorio, gestito dalle segretarie, uno sportello CUP, attraverso cui è possibile prenotare direttamente visite ed esami specialistici (esclusi gli esami di laboratorio, TAC e risonanze magnetiche urgenti). Orario: mattino 9.30-12  pomeriggio 15.30-19 giovedì 16-19

Altri sportelli CUP, per prenotazione visite ed esami, pagamento ticket, consegna referti di laboratorio, attestati esenzioni.

Piazza Anna Magnani 146  Orario: da lunedì a venerdì 7.30-12.30. Martedì 13.30-18 Giovedì 13.30-16.30
Centro commerciale Montefiore  Orario: da lunedì a venerdì 8.30-19  Sabato 8.30-14
oppure presso molte Farmacie

Quindi per prenotare esami e visite con l'impegnativa del medico, non si dovrà più andare alla Piastra Servizi dell' ospedale Bufalini, ma rivolgersi ad uno dei punti prenotazione sopraindicati.
Resta sempre la possibilità di prenotare telefonicamente al  CUP (Centro unificato prenotazioni)

Con impegnativa del Servizio Sanitario:              800 002255
Per visite in libera professione (a pagamento):  800 004488
Orario:  dalle 8 alle 18  sabato dalle 8 alle 13

Si dovrà andare agli sportelli della Piastra ("Punto di accoglienza") per pagare il ticket dopo aver prenotato telefonicamente, per prenotare direttamente dopo una visita fatta in Ospedale, con l'impegnativa rilasciata dal medico specialista, per chiedere il rilascio di esenzione ticket per patologia, per presentare l'autocertificazione per età/reddito o fascia di reddito.

Nuove regole per i certificati per l'attività sportiva
CERTIFICATO PER L'ATTIVITA' LUDICO-MOTORIA     Non è più obbligatorio per legge, anche se la maggioranza delle strutture sportive continuano a richiederli. E' valido un anno. E' un certificato a pagamento.

CERTIFICATO PER L'ATTIVITA' SPORTIVA NON AGONISTICA      Richiesto dalle società sportive affiliate alle Federazioni sportive o al CONI o per le attività sportive studentesche in orario extrascolastico (non per le lezioni di educazione fisica). E' richiesto oltre alla visita medica, alla misurazione della pressione arteriosa, un elettrocardiogramma una tantum (almeno una volta) per età minore di 60 anni. Oltre i 60 anni o per chi soffre di patologie particolari (cuore, circolazione, ecc..) l'elettrocardiogramma deve essere ripetuto ogni anno. E' valido un anno. E' gratuito per i minorenni

CERTIFICATO PER L'ATTIVITA' SPORTIVA AGONISTICA    Viene rilasciato da un medico sportivo libero professionista o dal Servizio di Medicina dello Sport della ASL. E' valido un anno

Campagna regionale di prevenzione per i tumori dell'intestino
Tutte le persone di età fra i 50 e i 69 anni ricevono, da alcuni anni,  l'invito a ritirare in farmacia un kit per la ricerca del sangue microscopico nelle feci.  Alle persone risultate positive, verrà dato il consiglio di eseguire un ulteriore esame (colonscopia) di approfondinmento. Il materiale dovrà essere riconsegnato, non più presso le Farmacie, come si poteva fare in precedenza,   ma ad uno dei seguenti centri:

Piazza Anna Magnani  martedì e mercoledì ore 8-13

Ospedale Bufalini - piastra Servizi  da lun. a ven ore 7-18  sabato 7-12

ASL Corso Cavour 180  da lun a ven ore 7-18   sabato ore 7-9

CERTIFICATO TELEMATICO DI MALATTIA
Al lavoratore, anche non soggetto a previdenza INPS, viene consegnata una copia cartacea del certificato inviato, per via telematica all' INPS, in cui è indicato anche il numero di protocollo che identifica il certificato stesso.  Non è più necessario quindi portare o inviare all'INPS nessun modulo. Non viene neppure più consegnata la copia per il datore di lavoro, che deve essere essere informato telefonicamente dal paziente e collegarsi al sito dell'INPS, per scaricare la copia del certificato. Potrebbe chiedere al lavoratore il numero di protocollo indicato sul certificato.

Di recente è stato condannato, dalla Corte di Cassazione, un medico che aveva rilasciato un certificato di malattia dopo aver soltanto  parlato per telefono con il paziente. Per legge infatti, i certificati devono essere fatti in presenza diretta del paziente. Fatto curioso è che è stato condannato anche il paziente, perchè ha utilizzato un certificato da considerare falso.

CERTIFICATO DI INVALIDITA' CIVILE E CURE TERMALI INPS

Da gennaio 2010 il certificato per la domanda di Invalidità Civile viene compilato dal medico ed inviato all' INPS per via telematica e non più consegnato in forma cartacea alla ASL. E' un certificato che richiede molti più dati e necessita di un tempo maggiore per la stesura. Non sarà sempre possibile farlo direttamente durante il colloquio col medico, ma talvolta bisognerà tornare per ritirare una copia di quello inviato all' INPS con la relativa ricevuta. Il costo del certificato è a totale carico del richiedente ed è gravato dall' IVA del 22%, che il medico provvederà a versare.

CERTIFICAZIONI DI MALATTIA PER IL SOLO GIORNO DI SABATO E PREFESTIVI
Non essendo in servizio in questi giorni, i medici di famiglia non posso fare il certificato di malattia per un solo giorno. Bisogna rivolgersi alla Guardia Medica (ambulatorio presso Ospedale Bufalini ore 10-12  15-18)

ALLARGAMENTO  FASCE DI ETA' PER MAMMOGRAFIA
Da gennaio 2010 è stato ampliato l'invito ad eseguire la mammografia preventiva. Oltre alle donne fra i 50 e i 70 anni, anche quelle di età compresa tra i 70 e i 74 anni saranno chiamate ad eseguirla ogni due anni, mentre saranno invitate a farla annualmente le donne di età compresa tra i 45 e i 49 anni. Le mammografie e gli eventuali ulteriori accertamenti ed interventi saranno gratuiti.

Vaccinazione antipapillomavirus
E' il virus implicato nel tumore maligno del collo dell'utero. Il vaccino viene somministrato con una iniezione nel muscolo della spalla. Le dosi sono tre con intervalli di 1-2 mesi fra la prima e la seconda e di 3-4 mesi fra la seconda e la terza.

Il vaccino verrà effettuato alle ragazze di 11 anni in occasione del bilancio di salute dell'11° anno

Servizio H10
E' in funzione un servizio per urgenze mediche, disponibile presso l'ambulatorio, nei giorni feriali (escluso prefestivi, in cui è in servizio la Guardia Medica) dalle ore 9 alle 19. Viene svolto  dalle ore 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 a turno da uno dei medici titolari e dalle 13 alle 15 da un altro medico dello stesso gruppo territoriale (Nucleo di Cure Primarie). Il servizio, rivolto ai pazienti dei medici del Nucleo, è solo ambulatoriale e per prestazioni che non possono aspettare il rientro in ambulatorio del proprio medico curante. Ovviamente nei casi di gravità e complessità maggiore restano disponibili il Pronto Soccorso dell' Ospedale Bufalini e il 118

Distribuzione diretta farmaci
Alcuni tipi di farmaci, particolaremente costosi, anziché nelle abituali farmacie, vengono distribuiti, direttamente col piano terapeutico rilasciato dallo specialista (se richiesto) presso

                                                           FARMACIA INTERNA OSPEDALE BUFALINI - presso"Piastra Servizi"

dal lunedì al venerdì ore 8.30-16.30 sabato ore 8.30-12.30.
N.B.  i farmaci distribuiti dallla farmacia ospedaliera non pagano ticket, nè differenza con l'originale
C'è anche uno sportello apposito, nell'atrio dell'ingresso principale dell'Ospedale, per il ritiro diretto dei farmaci prescritti alla dimissione da un ricovero

Dicitura  URGENTE! nelle impegnative
Capita sempre più spesso, che i pazienti tornino nell'ambulatorio, chiedendo al medico di apporre nelle impegnative di visite ed esami, la scritta URGENTE. Questo capita dopo aver preso conoscenza presso gli sportelli di prenotazione, delle lunghe liste di attesa.

Il medico indica già sulla impegnativa, al momento della prescrizione, la priorità di esecuzione (la dicitura Urgente non è più prevista) secondo le norme vigenti nel Servizio Sanitario:

priorità U (urgente)  da eseguire nel più breve tempo possibile e comunque entro 48 ore

priorità B (breve) da eseguire entro 7-10 giorni

priorità D (differita) da eseguire, se visita specialistica, entro 30 giorni, se accertamento strumentale, entro 60 giorni

prorità P (programmata) da eseguire oltre i 60 giorni; sono in genere i controlli a lungo termine

Si segnala che per l'ecografia e per la risonanza magnetica dell'apparato muscolare e scheletrico, ci sono protocolli e tempi già stabiliti, a seconda del sospetto diagnostico.

I medici di medicina Generale non possono comunque risolvere le disfunzioni organizzative del Servizio Sanitario.

E' giusto che il Paziente pretenda il rispetto delle normative vigenti, rivolgendosi però, non al suo medico, che non è responsabile dei ritardi, ma protestando presso l' l'ufficio preposto:

Ufficio relazioni col pubblico situato all'interno dell' Ospedale Bufalini.

Orari:  lunedi, mercoledì, venerdì  ore 8.30 - 13.30;   martedì e giovedì  ore 8.30-17.30.

Telefono: 0547 24714

E' necessario anche un maggior impegno da parte di medici e pazienti affinchè gli esami siano realmente necessari e non motivati solo da eccessive paure o dalle spinte spesso consumistiche dei mass media.

Terapie fisiche       
Le terapie fisiche e riabilitative ambulatoriali (Laserterapia, TENS, ionoforesi, massaggi, ecc) non possono essere effettuate a carico del Servizio Sanitario Nazionale, se non con richiesta diretta dello specialista fisiatra (per postumi di fratture, o gravi malattie come ictus, paralisi, ecc...)

Sistema di rimborso dei farmaci
Il Servizio Sanitario sosterrà solo la spesa del "prezzo di riferimento" del farmaco generico (vedi sotto). Per le specialità farmaceutiche di prezzo superiore, il cittadino dovrà pagare la differenza. I medici cercheranno di prescrivere le specialità farmaceutiche con prezzo minore o uguale rispetto al prezzo di riferimento, per evitare ogni pagamento. Questa normativa non è ovviamente valida per i farmaci in classe C, cioè per quelli esclusi da qualsiasi rimborso da parte del Servizio Sanitario, che continuano ad essere quindi a totale carico del cittadino.

Il farmacista può inoltre sostituire il prodotto prescritto dal medico con altro con lo stesso principio attivo (quindi la differenza può essere solo nel nome commerciale) di costo uguale o inferiore.

Certificati
GRATUITI  

Malattia per lavoratori dipendenti
Buona salute per Giochi della Gioventù (Libretto dello sportivo) per minori di 18 anni
Infortuni sul lavoro INAIL

A PAGAMENTO senza IVA

Idoneità sportiva non agonistica
Richiesta cure termali INPS
Certificazioni per patente auto e moto
Ammissione a cure termali
Ammissione in casa di riposo
Certificato per porto d'armi e tiro a segno

A PAGAMENTO con IVA 22%

Infortunio assicurazione privata
Perizia per assicurazione privata
Certificato per invalidità civile
Certificato per indennità di accompagnamento
Certificato per disabilità o handicap (legge 104)
Certificato per malattia tale da giustificare la mancata presenza in tribunale
certificato per regolarizzazione badante extracomunitaria
certificato di malattia per rimborso di viaggi, vacanze, soggiorni non goduti o palestra non frequentata
certificato per svolgere generiche o particolari mansioni lavorative, sia come dipendente che come volontario
certificato per ottenere contrassegno invalidi per automobile

I MEDICINALI GENERICI o EQUIVALENTI
Che cosa sono?

Sono farmaci non protetti da brevetto, cioè il diritto all' esclusiva dell'Azienda che ne aveva curato la ricerca e lo sviluppo. Sono medicinali di comprovata qualità ed efficacia terapeutica e consolidati dal lungo periodo di impiego, hanno le medesime caratteristiche del farmaco da cui derivano, lo stesso principio attivo e la stessa composizione.

Perchè costano meno?

Per legge il prezzo deve essere almeno del 20% inferiore del farmaco da cui derivano. Le aziende che producono medicinali generici non devono recuperare gli investimenti di ricerca e sviluppo, a suo tempo sostenuti dall'azienda depositaria del brevetto ormai scaduto.

La qualità è la stessa?

Certamente, la qualità dei medicinali generici è uguale a quella degli altri farmaci, in quanto sottoposti agli stessi processi produttivi e agli stessi controlli sotto autorizzazione e tutela del Ministero della Sanità.

Qual è il vantaggio di sostituire il farmaco precedente con un medicinale generico?

Si ha una riduzione della spesa per il paziente , se il farmaco è a pagamento, e per il Servizio Sanitario, se il farmaco è concesso.
Torna ai contenuti | Torna al menu